Quali sono i rischi di fumare in gravidanza?

Quali sono i rischi di fumare in gravidanza? 2
Tempo Di Lettura: 8 minuti

Regala al tuo bambino una vita sana non fumando durante la gravidanza. Smettere di fumare in qualsiasi momento prima o durante la gravidanza è una delle cose migliori che puoi fare per la salute del tuo bambino. Non solo quello, potreste abbassare i rischi per la vostra salute anche.

Se avete l’abitudine di fumare, allora non è facile fermarlo, ma non è neanche impossibile. In questo post, vi indicheremo come il fumo può essere dannoso per la vostra gravidanza e vi aiuteremo a smettere con l’abitudine. Anche se potrebbe essere impegnativo, con un piccolo sforzo e supporto, si può sicuramente rimanere senza fumo.

Come può il fumo influenzare la vostra gravidanza?

È universalmente noto che fumare è dannoso per la salute generale. Qui, esamineremo le complicazioni della gravidanza che è più probabile che si verifichino:


Travaglio prematuro: Il rischio di travaglio pretermine è maggiore per i fumatori che per i non fumatori. Anche se non ci sono studi dettagliati, si ritiene che le tossine nel fumo di sigaretta potrebbero portare ad alta pressione sanguigna e complicazioni placentarie che causano il parto precoce.
Gravidanza ectopica: Il prodotto di degradazione della nicotina, chiamata cotinina, potrebbe portare ad una gravidanza ectopica, dove l’uovo si impianta al di fuori dell’utero.
Problemi placentari: Essi comprendono un distacco precoce della placenta dalla parete uterina (eruzione placentare) e l’ostruzione dell’apertura cervicale (placenta previa). Queste condizioni portano alla perdita di gravidanza.
Rottura prematura delle membrane: Il sacco amniotico si rompe prematuramente, causando l’induzione del travaglio prima della data di scadenza effettiva.
Implicazioni del cordone ombelicale: Il fumo danneggia lo sviluppo della placenta, riducendo il flusso di sangue al bambino. Pertanto, il cordone ombelicale non può trasferire al feto una quantità sufficiente di ossigeno e sostanze nutritive che ne influenzano la crescita e lo sviluppo. Porta al sanguinamento durante il parto e mette a rischio la vita della madre e del bambino.
Aborto spontaneo: Le donne che fumano durante il primo trimestre di vita hanno probabilmente un rischio maggiore di aborto rispetto a quelle che non fumano. Il rischio è maggiore a causa dei livelli più bassi di gonadotropina corionica nelle donne che fumano.
Il fumo non solo danneggia voi e la vostra gravidanza, ma ha anche un profondo effetto sul bambino. La sezione successiva vi parla dei vari modi in cui il fumo può danneggiare il vostro bambino.

Come può il fumo durante la gravidanza influenzare il vostro bambino?

Il fumo espone il feto a sostanze chimiche dannose che potrebbero limitare l’apporto di ossigeno e nutrienti. I prodotti chimici, compresi nicotina, catrame e monossido di carbonio presenti nel fumo di tabacco, passano attraverso la placenta fino al feto. Questo potrebbe, quindi, influenzare la crescita e danneggiare il cuore, il cervello e i polmoni del bambino.

Il fumo aumenta il rischio di:

  • Parto prematuro, dove il bambino nasce prima delle 37 settimane di gravidanza.
  • Difetti alla nascita, compresi i difetti della bocca come la palatoschisi o il labbro leporino. Queste malformazioni possono anche influenzare lo sviluppo e il funzionamento del corpo.
  • Basso peso alla nascita di meno di cinque libbre e otto once (2.500 grammi).
  • Diminuzione della respirazione fetale e dei movimenti fetali.

Il fumo durante la gravidanza può colpire anche il bambino dopo il parto. Nei prossimi anni la salute del bambino sarà compromessa. È probabile che aumenti il rischio di:

– Malattie respiratorie come l’asma e la tubercolosi.
– Obesità infantile. La nicotina potrebbe influenzare il funzionamento del cervello che si occupa degli impulsi alimentari e del metabolismo.
– Manifestazioni comportamentali tra cui disturbi tic cronici e disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD).
– Deficit cognitivi, comportamentali e di sviluppo, quali deficit cognitivi, attenzione compromessa, scarso controllo degli impulsi e deficit di apprendimento.

Smettendo di fumare, ti prenderai cura della tua salute e di quella del tuo bambino.

Cosa si può fare per smettere di fumare?

Completamente smettere di fumare è la cosa migliore da fare. Tuttavia, è possibile iniziare riducendo il numero di volte. Ecco alcuni modi per smettere di fumare.

 

  • Creare un elenco di motivi per smettere e le conseguenze del non smettere. Puoi guardare l’elenco ogni volta che vuoi fumare.
  • Scegliere un giorno di smettere di fumare. Butta via tutte le sigarette, accendini, posacenere e altre sostanze del tabacco in quel giorno.
  • Stai lontano dai grilletti del fumo. Vi sentirete come fumare quando siete soli o stressati. Oppure si può avere l’abitudine di fumare dopo un pasto, mentre si legge o mentre si va a fare una passeggiata. Imparare a gestirli. Inizia una nuova pratica come leggere un libro, bere latte o mangiare uno spuntino o una gomma. Provate un po’ di cucito o usate una palla da stress.
  • Rimanete in compagnia di un forte sistema di supporto. Avere un partner o un amico, che può controllare la vostra tentazione di fumare, potrebbe fare la differenza. Inoltre, rimanete in compagnia di amici che non fumano.
  • Utilizzate i sussidi per aiutarvi a smettere di fumare. Trova un programma di cessazione dal tuo medico curante.
  • Sbarazzarsi di tutti i segnali di fumo. Stai lontano da fiammiferi, posacenere e lava anche tutte le superfici che possono avere i residui di fumo.

Qualche consiglio per smettere in fretta:

  • Bere molta acqua, o bere tè invece di caffè o alcool.
  • Gestire lo stress praticando la meditazione, l’esercizio fisico, la respirazione profonda o l’ascolto di musica.
  • Festeggiate un giorno, una settimana o un mese di assenza di fumo.
  • Tenere la bocca occupata masticando una caramella, una gomma.
  • Evitare di andare in luoghi come bar, ristoranti, sezioni fumatori o club.

Quando avete deciso di smettere di fumare, potreste voler provare le sigarette elettroniche in sostituzione. Nella sezione successiva, ti diciamo se dovresti provarle o meno.

È sicuro usare le sigarette elettroniche durante la gravidanza?

Le e-sigarette contengono anche nicotina. Le sigarette a batteria trasformano le sostanze chimiche come la nicotina in vapori che vengono inalati. Non ci sono studi che dimostrano che sono meno dannose delle sigarette e non possono essere considerate come aiuti alla cessazione.Inoltre, se si respira o si tocca il liquido delle sigarette elettroniche, potrebbe portare ad avvelenamento da nicotina, che, a sua volta, provoca problemi respiratori, debolezza, nausea e vomito.

Potete usare la terapia di sostituzione della nicotina durante la gravidanza?

Il modo migliore per smettere di fumare è quello di farlo senza farmaci. Se questo non aiuta, si può andare per la terapia sostitutiva alla nicotina (NRT), come le gomme alla nicotina, cerotti da 16 ore, pastiglie, inalatori o spray per la bocca. Anche se contengono nicotina, sono a livelli minimi. Ma la NRT può essere provata solo sotto la supervisione del medico e insieme alla terapia cognitivo-comportamentale e alla consulenza.

Come ti senti dopo aver smesso di fumare?

I gas dannosi come il monossido di carbonio si rimuoveranno dal vostro corpo e ridurranno il rischio di complicazioni della gravidanza. Inoltre, è meno probabile che il tuo bambino abbia problemi respiratori più tardi nella sua vita.

Tuttavia, poiché il tuo corpo smette di rifornirsi di nicotina, potresti avere sintomi di astinenza come:

– Brama di sigarette
– Sensazione di irritabilità
– Perdere l’appetito
– Tosse frequente
– Depressione
– Mal di testa
– Difficoltà di concentrazione
I sintomi di cui sopra sono temporanei e diminuiscono nel tempo. Quando non siete in grado di gestire questi sintomi, pensate ai motivi per cui avete smesso. Comprendere che questi sono i segni del recupero del proprio corpo dopo aver smesso di fumare.

Il fumo passivo e i suoi effetti sulla gravidanza

Il fumo passivo, o fumo ambientale, è una nuvola di fumo che si inspira da una fonte esterna. Il fumo emesso dall’estremità di un sigaro o di una sigaretta produce sostanze chimiche più pericolose del fumo inalato dal fumatore. Mette voi e il vostro bambino a rischio.

Il rischio di dare alla luce un bambino di basso peso alla nascita, un bambino prematuro, un feto morto, un bambino con difetti congeniti e altre complicazioni della gravidanza.

I bambini non ancora nati e i bambini sono a più alto rischio di sviluppare allergie, asma, infezioni ai polmoni o all’orecchio e SIDS.

I residui del fumo ed i suoi effetti sulla gravidanza

Il fumo residuo è il residuo lasciato sulle superfici, come indumenti, mobili, pavimenti, veicoli, pareti e giocattoli, che hanno incontrato il fumo di sigaretta. Quando si toccano o si respirano le superfici contenenti i residui, è probabile che si assorbano le tossine del fumo. Potrebbero poi entrare nel feto attraverso il flusso sanguigno.

Il fumo residuo si attacca alle superfici per mesi.

La ricaduta dopo il parto è comune?

Gli studi affermano che l’abitudine recidiva nel 29 – 85% delle donne che hanno smesso di fumare durante la gravidanza. La maggior parte delle donne torna a fumare subito dopo il parto a causa di avere un membro della famiglia o un partner che fuma, la pressione di prendersi cura del bambino e la depressione post-partum.
Se avete una ricaduta, cercate di analizzare i motivi della ricaduta e chiedete una consulenza per il sostegno. Non cedere alle tentazioni. Pensate invece ai modi per battere la voglia di fumare perché il fumo potrebbe colpire il vostro bambino anche in questa fase.
Se si ricomincia a fumare dopo la gravidanza, la nicotina passa nel latte materno e potrebbe influenzare il sonno e le abitudini di veglia del bambino. Se non si può evitare di fumare, è necessario:
– Evita di fumare almeno mezz’ora prima di allattare il bambino.
– Non fumare all’interno della casa o vicino al bambino.
– Limitare il numero di sigarette.
– Lavati le mani e il viso prima di tenere o allattare il tuo piccolo.

Ci vuole più di un tentativo per smettere di fumare. Ti attirerai sempre di nuovo al vizio, ma vale la pena provare. Se hai una forte volontà di smettere di fumare, puoi fermarlo, anche se gradualmente. Ogni volta che vieni tentato, pensa al danno che potresti fare al tuo bambino fumando. Quello sarà un forte motivatore per voi per smettere di fumare durante la gravidanza.

Scroll to Top