12 Pose di Yoga da Evitare durante la Gravidanza

12 Pose di Yoga da Evitare durante la Gravidanza 2
Tempo Di Lettura: 7 minuti
Se sei un’ardente praticante di yoga, allora potresti voler continuare anche quando sei incinta. Poiché ogni posa di yoga ha i suoi benefici e rischi, è essenziale per voi sapere quale posa provare e quale evitare, per prevenire danni a voi stessi e al bambino.In questo post, vi diciamo quali posture yoga dovreste evitare durante ogni trimestre e perché.

Tipi di posizioni yoga da evitare durante la gravidanza

Estendere eccessivamente i muscoli, attorcigliarsi e piegarsi potrebbe essere dannoso per voi e per il feto. Qui ci sono alcuni tipi di posture che sono considerati inadatti per le donne in gravidanza.
– Le posture addominali che richiedono la compressione dell’addome non sono ideali. Questi possono restringere il flusso sanguigno al feto e allungare anche il legamento.
– Le torsioni chiuse o profonde comportano la compressione degli organi interni e influenzano l’apporto di ossigeno e sangue al feto. Invece, provare torsioni aperte, dove si torce lontano dalla gamba piegata piuttosto che verso di essa. In ogni caso, consultare il proprio medico prima di tentare.
– È meglio evitare tecniche di respirazione che richiedono di trattenere a lungo il respiro. Inoltre, evitare pose come il respiro a soffietto o il respiro di fuoco che richiedono movimenti rapidi o rapidi del ventre.
– Le pieghe della schiena richiedono un allungamento eccessivo dei legamenti addominali e devono essere completamente saltate, specialmente durante il secondo e terzo trimestri.
– Le posture yoga che comportano transizioni del corpo, come lo spostamento in avanti verso l’indietro o viceversa (come la posa del saluto solare), dovrebbero essere evitate durante il primo trimestre in quanto potrebbero influire sull’impianto dell’embrione.
Le inversioni complete includono pose come il cavalletto, in cui la testa è rivolta verso il basso. Tali pose possono causare nausea o vertigini nelle donne in gravidanza. C’è anche il rischio di cadute e lesioni.
La pancia abbassata o le pose prone richiedono una posizione orizzontale su una superficie, sull’addome. Questo esercita una pressione sull’addome, che non è raccomandato durante qualsiasi trimestre di gravidanza.
Consultare sempre il proprio medico prima di provare qualsiasi posa. Inoltre, cercate la guida di un istruttore di yoga addestrato.

Le pose di yoga da evitare quando incinta:

Tutte le pose che abbiamo elencato qui dovrebbe idealmente essere evitato durante la gravidanza, e in particolare durante il trimestre qui menzionato. Parlate sempre con il vostro medico e con un insegnante di yoga certificato prima di fare qualsiasi posa.

Primo Trimestre

Nel primo trimestre, l’embrione si impianta nel rivestimento uterino. Anche la crescita fetale stimola durante questo periodo, e quindi bisogna evitare di fare delle pose troppo estrenuanti. Continuate a leggere per sapere quali posizioni yoga dovreste evitare durante questo semestre.

1. La posa in verticale, o Adho Mukha Vrksasana, richiede di posare a testa in giù.

Motivo da evitare: Poiché c’è un disturbo dell’equilibrio ormonale durante la gravidanza, questa posa può causare vertigini in alcune donne. Inoltre, l’equilibrio di te stesso sulla testa è difficile e comporta il rischio di cadere. Questo asana ha bisogno di un bilanciamento preciso, e la mancanza di pratica potrebbe causare lesioni a se stessi e al feto.

2. La posizione della barca, nota anche come Paripurna Navasana, è una compressione asana che aiuta a rafforzare i muscoli del nucleo.

Motivo da evitare: Il primo trimestre segna l’impianto del feto alla parete uterina e lo sviluppo della placenta. Questa posa yoga comporta la compressione dell’addome e dei vasi sanguigni, che può limitare il flusso sanguigno verso l’utero.

3. Preghiera mezza torsione, o la Ardha Namaskar Parsvakonasana, è un asana torsione che aiuta a rafforzare la coscia e muscoli del nucleo e aumenta la mobilità spinale.

Motivo da evitare: Comprime i vasi sanguigni nell’addome, limitando un adeguato flusso sanguigno all’utero. Questo può influire negativamente sulla crescita del feto.
4. La posizione a mezzaluna, nota anche come Ardha Chandrasana, è un’ottima posa per allineare la spina dorsale e rafforzare il nucleo.

Motivo da evitare: La posa ha bisogno di grande stabilità. Può anche limitare il flusso sanguigno verso l’utero. Inoltre, si potrebbe cadere se il corpo non è bilanciato correttamente.

Secondo Trimestre

In questo trimestre, il tuo bambino inizia ad avere un aspetto umano. Il bambino è visibile, e si può iniziare a sperimentare un mal di schiena a causa della crescita dell’utero. Tenendo quello in mente, qui sono alcune pose di yoga che dovreste evitare durante il secondo trimestre.

5. La postura della schiena, detta anche Savasana, rilassa il corpo e aiuta a combattere l’insonnia e l’ansia.

Motivo da evitare: Richiede di sdraiarsi sulla schiena, cosa che non è raccomandata durante il secondo trimestre.
6. La posizione del cobra o Bhujangasana aiuta a rafforzare la colonna vertebrale e ad alleviare la fatica e lo stress.

Motivo da evitare: La postura ha bisogno di stendersi sullo stomaco con le gambe distese sulla schiena e le mani sotto la spalla e il viso verso l’alto. Questa postura esercita una pressione sull’addome, che non fa bene al feto.

7. La posa a ruota intera o Urdhva dhanurasana è chiamata anche la posa dell’arco rivolto verso l’alto. La posizione estrema di piegamento della schiena è eccellente per rafforzare le braccia, l’addome, la colonna vertebrale e le gambe.

Motivo da evitare: Le posizioni estreme di piegamento della schiena sono dannose durante la gravidanza. Un allungamento eccessivo della schiena durante il secondo trimestre può portare alla diastasi.

8. La posa della locusta o Shalabhasana è una posa incline che aiuta a rafforzare e migliorare la flessibilità dei muscoli della schiena e della spina dorsale.

Motivo da evitare: Si tratta di un’altra postura addominale, che non dovrebbe essere fatta durante il secondo trimestre. Sdraiato sull’addome può esercitare una pressione sulla Vena cava (il vaso sanguigno più grande), influenzando la circolazione sanguigna. Questa postura fa male anche al bambino.

9. La posa del pesce o Matsyasana è un’estrema distensione che tonifica ed estende i muscoli dell’addome e del collo.

Motivo da evitare: L’utero in crescita si estende i legamenti dell’addome in questo semestre. Questa posa può allungarli ulteriormente e causare instabilità articolare o trazione dei legamenti.

Terzo Trimestre

A questo punto, il vostro bambino ha raggiunto tutte le pietre miliari dello sviluppo ed è pronto per entrare nel nuovo mondo. Praticare alcune posture yoga durante questo periodo può essere utile per il parto. Ma alcune posture devono essere evitate. Continuate a leggere per sapere quali sono le posizioni da evitare.

10. Yoga caldo o Bikram yoga, che è stato concettualizzato dal guru dello yoga Bikram Choudhury. Questo yoga include una sequenza di 26 posture da eseguire in 90 minuti, in condizioni di caldo (95-108 °F) e umido (40%). Aiuta ad allungare, disintossicare, migliorare la postura e l’equilibrio del corpo, e alleviare lo stress.

Motivo da evitare: Durante il terzo trimestre, è comune sperimentare vampate di calore (un aumento della temperatura corporea) a causa dell’aumento del metabolismo e delle fluttuazioni ormonali. Lo yoga caldo può farti disidratare, con effetti sulla salute tua e del tuo bambino. Inoltre, comporta alcune pose di stretching che non sono adatte alle donne in gravidanza.

11. Posizione della Sedia o Utkatasana aiuta a tonificare i muscoli delle gambe e rafforzare la caviglia, schiena, polpacci e flessori dell’anca. Si può praticare diffondendo i piedi a due piedi di distanza l’uno dall’altro.

Motivo da evitare: Si tratta di stretching della parte superiore del corpo, ed è meglio evitarlo, poiché i legamenti e i muscoli sono già sufficientemente tesi durante il terzo trimestre.

12. La piega in avanti o la Paschimottanasana aiuta ad allungare la parte bassa della schiena e tonifica i muscoli pelvici e addominali. È un’ottima postura per alleviare lo stress.

Motivo da evitare: Si tratta di allungare la parte superiore del corpo verso la parte anteriore. Questa postura può comprimere l’addome e portare all’allungamento eccessivo dei legamenti e dei muscoli della zona addominale.

Ci sono alcune diverse teorie sulla pratica dello yoga durante la gravidanza. Se avete fatto ogni giorno prima di rimanere incinta, continuate a praticare pose che non esercitano pressione sull’addome. Potete provare le lievi variazioni, come la diffusione dei piedini più larghi a parte o torsione a partire dall’addome sono inoltre opzioni.

Il guru dell’Ashtanga Yoga K Pattabhi Jois ha sconsigliato la pratica dell’asana durante il primo trimestre, poiché potrebbe portare a un aborto spontaneo. Dopo il primo trimestre ha raccomandato di praticare pose che non esercitano pressione sulla pancia in crescita. Inoltre, ha consigliato di non praticare yoga asana per tre mesi dopo il parto. E ‘particolarmente importante per voi di ascoltare il vostro corpo durante la gravidanza e di non esagerare o perdere forza.

Scroll to Top