Passeggiate a cavallo per principianti e tutto il necessario

Tempo Di Lettura: 10 minuti

Sei appassionato di equitazione? Principianti in questo entusiasmante sport? Allora sei venuto nel posto giusto. Scoprirete quali vestiti e attrezzature avere e quali modelli sono i più piacevoli da indossare. Questa esperta guida all’acquisto vi aiuterà a iniziare a cavalcare.

Se avete deciso di fare questo sport ma non sapete cosa indossare, allora questa guida vi sarà di grande aiuto. Nell’equitazione, la scelta dell’abbigliamento non è insignificante per il vostro comfort e la vostra sicurezza. Come accessori sono necessari un cappello da equitazione ben aderente (conforme alle norme di sicurezza) e un paio di stivali con suola liscia e tacco piccolo. Sarà inoltre consigliabile investire in un paio di guanti da equitazione e un body protector per garantire una protezione adeguata. In termini di abbigliamento, si consiglia di scegliere un paio di jodhpur o pantaloni da equitazione piuttosto che jeans o altri pantaloni classici. Tuttavia, non sarà necessario investire una piccola fortuna in queste attrezzature. Basta scoprirlo prima di acquistare abiti e accessori che si adattano bene e soddisfano i più rigorosi standard di sicurezza.

Cappelli da equitazione - L'essenziale numero 1

Inizieremo la nostra guida allo shopping con il cappello da equitazione. E’ senza dubbio l’accessorio più importante. Se non si indossa un casco di sicurezza o un cappello che soddisfa gli standard di sicurezza equestre, allora non sarà possibile andare a cavallo. Questo cappello è fornito da molti maneggi per principianti. Tuttavia, se si vuole salire spesso, è meglio avere il proprio perché la fodera imbottita si adatta alla forma della testa di chi la indossa. Per essere sicuri di non commettere errori nella scelta di questo cappello, scegliete un negozio di selleria che dispone di un cappellaio professionista addestrato in grado di offrirvi modelli che soddisfano le vostre richieste e le vostre esigenze. In ogni caso, bisogna tenerne conto:

La norma di sicurezza CE VG1 01.040 2014-12 adottata in Europa dal 2017.
Dopo il 2014 alcuni caschi hanno la norma EN1384:2012 e sono approvati a condizione che siano contrassegnati con il marchio 89/686/CE in aggiunta.

Come fare la scelta giusta?

La scelta di un casco da equitazione non deve essere fatta con leggerezza. Sarà prima necessario misurare la testa del pilota con un nastro adesivo, sulla fronte e sopra le orecchie. La vestibilità deve essere perfetta: non troppo grande, non troppo piccola. Se acquisti online, assicurati di vedere la tabella delle taglie in modo da non commettere errori. Puoi anche provarlo e vedere se si ribalta con la testa o meno; se è troppo stretto o troppo grande! Una volta che hai messo tutto a posto e regolato la fodera del casco, tutto quello che devi fare è attaccare il sottogola. In ogni caso, il commerciante deve darvi i migliori consigli per facilitare la vostra scelta. Una volta che siete pienamente soddisfatti, è possibile aggiungere un po ‘più di design e scegliere il colore che fa per voi!

Scarpe da equitazione - il numero essenziale 2: stivali

E ‘imperativo indossare gli stivali giusti perché immaginate per un secondo che il vostro cavallo calpesta il vostro piede. Le dita dei piedi saranno doloranti e potrebbe non essere in grado di arrampicarsi per un po’ di tempo. Inoltre, avere gli stivali giusti è essenziale per una buona presa sulle staffe (evitare i tacchi per evitare che il piede scivoli).

Ci sono due tipi principali di stivali da equitazione: stivali lunghi e stivali corti o stivali jodhpur. Il vantaggio dello stivale lungo è che evita di strofinare l’interno della gamba. I modelli in gomma sono i più economici; le versioni in pelle sono più costose ma di più difficile manutenzione. Lo stivale corto o jodhpur boot offre maggiore libertà di movimento. Raggiungendo la caviglia, permette una maggiore flessibilità. Si indossa con morbide mezze calze per evitare di strofinare all’interno del polpaccio.

Scegli gli stivali giusti per te

Al momento dell’acquisto, è necessario prima di tutto identificare il tipo di stivali che si desidera. Ci sono stivali di pizzo e stivali da dressage. I primi si adattano alle discipline inglesi come Hunter, o alle corse in piano. Gli stivali da dressage, come suggerisce il nome, sono riservati al dressage. Troviamo anche gli stivali corti, più moderni ed eleganti, adorati dalle donne.

Quindi, identificare le caratteristiche e le specificità di cui avete bisogno. Gli stivali sono dotati di suole che permettono ai piedi di sostenere i lunghi viaggi. Altre sono dotate di cerniere dietro lo stelo. Anche se gli stivali classici sono di colore nero, c’è una miriade di colori per deliziare gli amanti dei colori sgargianti o più brillanti. Tuttavia, fare attenzione ad adattare il colore alla disciplina perché gli stivali colorati non sono adatti per il dressage o Hunter, ad esempio.

Infine, scegliete una taglia esatta (che corrisponderà alla vostra taglia abituale in scarpe o stivali). Prendere anche la circonferenza del polpaccio, in quanto gli stivali da equitazione devono adattarsi perfettamente alle gambe. Misurare il polpaccio dove sarà più largo. In ogni caso, la maggior parte dei produttori offrono taglie di vitelli che vanno dallo slim all’extra largo per soddisfare tutti i motociclisti. Non dimenticare di misurare l’altezza dell’asta. Prendete sempre 2,5 cm in più perché gli stivali tendono a restringersi.

Come curare gli stivali da equitazione?

Dotarsi di stivali da equitazione è di per sé un investimento per i piloti. Sono esposti al terreno dei paddock, al fango delle uscite, alla sabbia delle aree di allenamento e si consumano rapidamente se mancano di manutenzione. Per evitarlo, è essenziale prendersene cura:

Per la manutenzione: utilizzare una spugna umida per rimuovere lo sporco. Se i tuoi stivali hanno una cerniera, assicurati di pulirla anche tu. Si sconsiglia di ingrassare le pelli morbide, a meno che non sia raccomandato da un professionista. E’ meglio passare la cera agli stivali e lasciarli asciugare per 24 ore prima di lucidare con un panno asciutto.
Al momento dell’acquisto, selezionate la taglia giusta per lo stivale e, soprattutto, non prendete una taglia di vitello più grande della vostra. Inoltre, assicurarsi di abbassare la cerniera verso il basso per meglio scivolare sugli stivali. Va notato che le cerniere sono piuttosto costose, quindi è meglio mantenerle bene perché non sono garantite. Controllate anche che i vostri pantaloni o calzini non interferiscano con il funzionamento delle cerniere e che abbiano sempre un calzascarpe da indossare sugli stivali.
Se è necessaria una riparazione, chiamare un calzolaio o il produttore degli stivali. Possono ingrandire o ridurre la circonferenza del polpaccio o cambiare la cerniera. Se guidate regolarmente il vostro telaio, scegliete modelli costosi che possono durare a lungo. Gli stivali italiani sono noti per la qualità della loro pelle e la loro durata nel tempo.

Pantaloni da equitazione - Non essenziale ma necessario

I pantaloni da equitazione sono utili per avere un buon comfort una volta in sella. Quando si sceglie il giusto paio di jodhpur o mutandine, si dovrebbe pensare di regolarlo una volta in sella, in quanto ha senso che la maggior parte del tempo sarà sul telaio. E’ particolarmente consigliato l’uso di un paio di tessuti elastici e non restrittivi. È necessario avere una buona libertà di movimento e un’eccellente presa nei punti appropriati come il ginocchio o il sedile. Per quanto riguarda il colore, la scelta è interamente vostra. Tuttavia, il colore come il bianco, la crema o il camoscio è più riservato alla competizione o alla caccia.

L'importanza dei pantaloni da equitazione

L’importanza dei pantaloni da equitazione
Avere pantaloni speciali quando si guida è particolarmente importante. Si tratta di un equipaggiamento che non ha una cucitura nell’inguine, che vi impedirà lo sfregamento e il surriscaldamento, che può portare al disagio. Per proteggere dal contatto con la sella, i calzoni o i pantaloni da equitazione sono dotati di basane all’interno. Per essere comodi ed efficienti, sono necessari pantaloni morbidi e stretti. Questo vi permetterà di avere più libertà di movimento.

I diversi tipi di pantaloni da equitazione

I diversi tipi di pantaloni da equitazione
Per essere sicuri di essere sempre a proprio agio, scegliete i pantaloni che si adattano bene alla vita, senza stringere troppo.

  • Pantaloni da equitazione versatili: questo tipo di pantaloni è ideale per tutte le discipline oltre ad essere abbordabile. Tendono a mantenersi al caldo, per cui in estate si consiglia di utilizzare modelli in fibre elastiche, poliammide o poliestere.
  • Pantaloni da equitazione termica: sono perfetti per l’inverno perché si mantengono caldi grazie alla fodera e alle fibre in micropile.
  • Jeans da equitazione: sono piuttosto trendy e unici. Sono espandibili e piacevoli da indossare. Sono consigliati per brevi passeggiate occasionali o per l’allenamento.
  • I pantaloni da equitazione “bottom of skin”: questi pantaloni sono particolarmente indicati per il dressage, in quanto consentono una migliore presa in sella.
  • Pantaloni da equitazione per le competizioni: sono più costosi del normale, soprattutto se il pilota vuole investire in attrezzature di qualità. Sono particolarmente robusti e quindi perfetti per un uso intensivo. Scegliere il bianco o la crema per una competizione.
  • Pantaloni da pioggia: si indossano sopra i pantaloni principali in caso di maltempo. Proteggerà soprattutto le cosce e le ginocchia. Può anche fungere da frangivento proteggendolo dal freddo.

Guanti da equitazione - Per il comfort

Non è raro scoprire che i piloti più esperti hanno una mano piuttosto dura. Infatti, poiché il mignolo e l’anulare sono le dita più sollecitate a cavallo, in queste zone si vedono spesso vesciche. Per evitare il più possibile la comparsa di vesciche e per mantenere le mani sempre morbide, è comunque consigliabile indossare guanti da equitazione. Al momento dell’acquisto, non prendere alcun modello di guanti. Chiedi al venditore se sono adatti o meno a questo sport equestre. Come sceglierli? Prendete un paio di guanti elastici, aderenti e soprattutto rinforzati dove si tengono le redini.

Perché indossare guanti da equitazione?

È importante indossare guanti da equitazione perché sono progettati per offrire il massimo comfort ai corridori. In questo modo si prevengono le irritazioni alle mani e le redini che possono scivolare via dalle dita. Si raccomanda di utilizzare materiali antiscivolo e guanti resistenti. Per un miglior comfort, adattare i guanti alla temperatura esterna. Ci sono guanti di lana, cotone o pelle che vi soddisferanno. Prima di tutto, è necessario scegliere un guanto adatto alla propria taglia per garantire un’ottima tenuta delle redini. Generalmente, i cavalieri hanno a disposizione diverse coppie per adattarli alla stagione e alla disciplina equestre.

I guanti di cotone sono perfetti per la stagione estiva perché lasciano circolare l’aria. Inoltre, sono pratici per eventi di dressage e performance. Tuttavia, non sono così robusti perché tendono a deformarsi nel tempo.
Alcuni modelli di guanti sono rinforzati con pelle sul palmo della mano. Sono versatili, ma possono essere scivolosi se piove.
Ci sono anche guanti di lana che sono consigliati per le giornate asciutte. Di facile manutenzione, sono facilmente danneggiabili, il che è un peccato.
In ogni caso, la pelle è il materiale per antonomasia per i guanti da equitazione. Il suo vantaggio principale è che è antiscivolo, ma richiede una manutenzione frequente.

Accessori di protezione - Per la sicurezza

Gli accessori di protezione sono essenziali perché gli incidenti avvengono rapidamente, soprattutto a cavallo. Sono importanti perché la loro missione è quella di ridurre l’impatto di una caduta o di un calcio da cavallo. Vi sentirete anche più sicuri, soprattutto se siete nuovi nel settore. Come per i cappelli, questi dispositivi di sicurezza devono essere conformi alle norme europee. La norma soddisfa tutti i requisiti della norma europea (EN 13158:2009) e per i nuovi utenti è la norma di sicurezza più bassa che si dovrebbe acquistare. Vi consigliamo una regolazione professionale, ma ecco alcuni suggerimenti per guidarvi nella giusta direzione e per proteggervi efficacemente.

Equipaggiamento per la protezione dei cavalli

Come misura preventiva, si raccomanda di scegliere il giusto equipaggiamento di sicurezza per un cavallo. Trattandosi di animali sensibili, devono essere ben protetti. Questo è il modo in cui viene registrato:

  • Le ghette, che devono corrispondere all’anatomia e alla morfologia del cavallo. Ci sono le ghette chiuse che avvolgono la canna e parte della palla e della catena. E ci sono le ghette aperte, perfette per smorzare il contatto con le barre e fissare la parte posteriore della palla.
  • Campane: proteggono la corona e il pastorale.
  • Polo strips: sono consigliate per i cavalli che non supportano le ghette.
  • La protezione posteriore è inoltre raccomandata per ridurre l’attrito contro le pareti.

Gli accessori del pilota

Tra i professionisti del mondo equestre, ci saranno diversi paraschiena per garantire comfort e sicurezza per il cavaliere.

Il paraschiena flessibile, ad esempio, gli consente la libertà di movimento ma assicura solo la colonna vertebrale.
Il paraschiena rigido offre meno libertà di movimento ma protegge l’intera parte superiore del corpo del pilota.
Il gilet airbag: è il mezzo di protezione più completo per il pilota. Combina la flessibilità dell’imbragatura morbida con la forza dell’imbragatura rigida. Una cinghia collega l’imbragatura alla sella. E se c’è una caduta, la cinghia si stacca dalla sella per attivare gli airbag.

Scroll to Top