Indigestione durante la gravidanza: Cause, Sintomi e rimedi di Sollievo

Indigestione durante la gravidanza: Cause, Sintomi e rimedi di Sollievo 2
Tempo Di Lettura: 5 minuti
L’indigestione, nota anche come dispepsia, si riferisce al dolore digestivo o al disagio nella parte superiore dell’addome o della pancia. Si tratta di uno dei disturbi più comuni che si possono avere durante la gravidanza. I molti cambiamenti fisici e ormonali significativi sono le ragioni principali di questo disagio, nausea e gonfiore che portano a bruciore di stomaco.Leggi questo post per saperne di più sulle cause, i sintomi e i modi per battere l’indigestione durante la gravidanza.

Che cosa causa l'indigestione durante la gravidanza?

L’indigestione è più prevalente durante la gravidanza a causa di:

  • Fluttuazioni ormonali: I livelli di progesterone aumentano durante la gravidanza per sostenere lo sviluppo del bambino. Questo rilassa i muscoli, compreso l’intestino che rallentano ulteriormente il metabolismo, causando indigestione.
  • Feto in crescita: Soprattutto nelle fasi successive della gravidanza, il bambino in crescita esercita una pressione sulla pancia, limitando così lo spazio per contenere il cibo. Anche un piccolo pasto ti fa sentire pieno e pressurizza l’intestino, influenzando la digestione.
  • Bruciore di stomaco: A volte, dopo il pasto, si può provare una forte sensazione di bruciore, poiché i muscoli rilassati tra lo stomaco e l’esofago spingono gli acidi nella tubatura del cibo. Questo causa disagio al torace e all’addome.

A parte i motivi di cui sopra, il rischio di indigestione aumenta se si:

  • Hanno avuto problemi di indigestione prima della gravidanza
  • Sono nelle fasi successive della gravidanza
  • Hanno malattia da reflusso gastrointestinale
  • Avere ernie
  • Mangiare pasti abbondanti, o cibi grassi, o bere bevande a base di caffeina.
  • Eseguire qualsiasi attività fisica subito dopo i pasti
  • Hanno in grembo più di un bambino

L’indigestione legata alla gravidanza potrebbe essere più evidente durante alcuni trimestri a seconda dello sviluppo del bambino.

Quando si ha l'indigestione durante la gravidanza?

L’indigestione può verificarsi in qualsiasi momento della gravidanza. Tuttavia, è più comune a partire dalla 27a settimana, cioè nell’ultima settimana del secondo trimestre.

Quali sono i sintomi dell'indigestione?

I sintomi dell’indigestione sono diversi per ogni donna. Essi sono di solito sperimentati dopo un pasto e includono:

  • Disagi durante o dopo il pasto
  • Bruciore di stomaco, la sensazione di bruciore che sale dalla pancia.
  • Dolore allo stomaco e disagio
  • Sensazione di pesantezza
  • Rigurgito (ritorno del cibo al tubo del cibo)
  • Gonfiore
  • Rutturare
  • Nausea e vomito

I segni e i sintomi di cui sopra appaiono e scompaiono, e non sono persistenti per tutto il giorno. Essi sono noti per aumentare sia in gravità e la frequenza come si avvicina il terzo trimestre.

L'indigestione danneggia il tuo bambino?

No, l’indigestione non è affatto dannosa per il bambino, anche se è scomoda e dolorosa per voi. Una digestione rallentata potrebbe giovare al bambino, poiché il corpo ha più tempo per far passare le sostanze nutritive nella placenta.

Come alleviare l'indigestione durante la gravidanza?

Diversi antichi rimedi possono essere utilizzati per alleviare e prevenire i sintomi sgradevoli dell’indigestione. Sebbene la maggior parte di essi non siano scientificamente provati, molte mamme in attesa li trovano utili .

  • Evitare di esercitare una pressione eccessiva sullo stomaco, soprattutto dopo aver mangiato. Sedersi dritti e dare un po’ di tempo prima di coricarsi.
  • Piegarsi a livello del ginocchio mentre piegarsi sopra la vita può peggiorare l’indigestione.
  • Includete diversi piccoli pasti invece di tre pasti grandi per un giorno. Mangiare lentamente il pasto masticando correttamente prima di inghiottirlo.
  • Limitare le bevande contenenti caffeina e alcol in quanto aggravano l’indigestione. Idealmente, dovreste stare lontano da questi durante la gravidanza.
  • Evitare cibi piccanti, cibi grassi, cioccolatini e succhi di frutta che peggiorano l’indigestione. Mantenere un diario con una lista di cibi che possono metterti a disagio.
  • Sedersi in posizione verticale quando si mangia. Aiuta a togliere la pressione dalla pancia e facilita la digestione.
  • I sintomi sono più pronunciati quando si dorme. Pertanto, cenare almeno due ore prima di andare a letto.
  • Dormire sostenendo la testa con un paio di cuscini. Impedisce il flusso degli acidi nel tubo di alimentazione e allevia i sintomi durante la notte.
  • Non bere acqua durante i pasti, perché aggrava i sintomi dell’indigestione. Bere prima o dopo il pasto.
  • Indossare indumenti larghi e comodi, specialmente intorno alla vita. Indumenti stretti possono esercitare una maggiore pressione sulla pancia, peggiorando l’indigestione.
  • Passa un po’ di tempo a meditare o ad ascoltare musica prima di andare a dormire. Ti aiuta a ridurre lo stress e ti permette di mantenere la distanza tra i pasti e l’ora di andare a letto.

Quando cercare l'aiuto di un medico?

L’indigestione e i relativi sintomi potrebbero essere allarmanti, soprattutto se non li avete mai sperimentato prima della gravidanza. Se i rimedi di cui sopra non funzionano e i sintomi peggiorano, chiedere l’aiuto del medico. Consultate il vostro medico se si presentano questi sintomi:

  • Difficoltà di deglutizione del cibo
  • Vomitare sangue
  • Avere un grave bruciore di stomaco
  • Incapace di dormire a causa di una sensazione di bruciore
  • Perdere peso eccessivamente
  • Provare dolore all’addome

A seconda della gravità, il medico consiglierebbe il ciclo di trattamento ideale.

Medicinali per l'indigestione

Non assumere mai farmaci da banco senza il consenso del medico. Di seguito sono elencati i diversi farmaci disponibili per il trattamento dell’indigestione durante la gravidanza.

  • Antacidi – Disponibili sotto forma di compresse o liquidi alcalini, neutralizzano gli acidi gastrici e limitano l’irritazione.
  • Alginati – Sono di solito presi insieme agli antiacidi per alleviare l’indigestione causata dal reflusso. Essi formano una copertura intorno agli acidi impedendo il reflusso nel tubo del cibo.

Se i farmaci acido-neutralizzanti di cui sopra non funzionano, il medico potrebbe prescrivere i seguenti farmaci acido-soppressori.

  • Omeprazolo – sopprime gli acidi dello stomaco, con la dose raccomandata di uno al giorno. Tuttavia, appartiene alla categoria C della FDA.
  • Ranitidina – Questo è un sostituto dell’omeprazolo, e il dosaggio è due volte al giorno. Riduce al minimo i livelli di acido nello stomaco.

In seguito, rispondiamo ad alcune domande comuni per voi.

Domande frequenti

1. Quanto presto si può sviluppare l'indigestione in gravidanza?

L’indigestione può verificarsi in qualsiasi momento durante la gravidanza, già nel primo trimestre, anche se è più comune nel secondo e nel terzo trimestre.

2. Quali alimenti causano indigestione in gravidanza?

Non tutte le donne hanno la stessa reazione a tutti gli alimenti. Tuttavia, i cibi più comuni che causano indigestione sono gli agrumi, i cibi fritti, i cibi grassi, le bevande gassate, la caffeina, l’alcool, i cibi a base di pomodoro, le cipolle, l’aglio e i cibi aromatizzati alla menta.L’indigestione durante la gravidanza è normale se non è grave. Si dovrebbero comprendere i fattori di rischio e prendere le misure necessarie per evitare che la condizione peggiori. Pensa alle tue abitudini alimentari, allo stile di vita e gestisci la gravidanza di conseguenza per renderla un viaggio piacevole. Se si ha un disagio persistente, si dovrebbe vedere un medico e farsi curare senza indugio.
Scroll to Top