Depressione durante la gravidanza: Cause, sintomi e trattamento

Depressione durante la gravidanza: Cause, sintomi e trattamento 2
Tempo Di Lettura: 8 minuti

Secondo varie ricerche, dal 14 al 23% delle donne incinta soffrono di depressione ad un certo punto della gravidanza.

L’aumento degli ormoni provocano vari sbalzi di umore anche in pochissimo tempo. Si può tendere a piangere e ridere nel giro di qualche minuto, grazie al sistema riproduttivo stressato che è impegnato a preparare l’utero.

Ma se ti ritrovi sempre triste, è possibile che tu sia depresso. La depressione durante la gravidanza è una realtà, ma può essere affrontata.

Che cosa è depressione durante la gravidanza?

La depressione durante la gravidanza o la depressione antepartum è un disturbo dell’umore che influenza il modo di pensare, sentire e agire. Provoca una sensazione di tristezza, disperazione e inutilità che può durare a lungo e interferire con la vostra routine quotidiana. Queste sensazioni possono variare da lievi a gravi, e possono eventualmente diminuire nel tempo con il trattamento.
Mentre alcune donne incinte migliorano in un anno, altre tendono a sentirsi meglio solo dopo il parto. Quindi, se cominciate a sentirvi troppo basse e lunatici, consultate il vostro medico. Quando sei incinta, sia la tua salute fisica che emotiva sono ugualmente importanti.

Può la depressione influenzare la vostra gravidanza e il bambino?

La depressione durante la gravidanza può aumentare il rischio di aborto spontaneo, influire sulla crescita fetale e aumentare le possibilità di parti prematuri e di basso peso alla nascita nei bambini. Se non trattata, la depressione può trasformarsi in una depressione post-partum che potrebbe durare per mesi e anni, influenzando la vostra salute e il legame con il bambino.

L’esposizione alla depressione materna porterebbe ad effetti a lungo termine nei bambini, anche se questo dipende dalla loro età. I bambini potrebbero sviluppare un’ansia da separazione dopo il parto e potrebbero avere difficoltà ad interagire con la madre, a sviluppare capacità e ad essere attivi.

Quindi, come fai a sapere che sei depresso?

Quali sono i sintomi della depressione?

I sintomi della depressione possono essere sottili o gravi. La maggior parte delle persone confondono la depressione clinica con l’umore generale che passa con il tempo. Inoltre, la depressione di solito può portare a cambiamenti normali, come problemi di sonno o affaticamento, che potrebbero anche essere dovuti alla gravidanza.
Ma se avete uno qualsiasi dei seguenti sintomi che durano più di due settimane, potrebbe essere un segno di depressione.

Cambiamenti dell' umore:

  • Persistente vuoto o tristezza
  • Sentirsi senza speranza, inutile, colpevole o impotente
  • Irritarsi, ansioso, arrabbiato o frustrato facilmente
  • Piangere tutto il tempo

Cambiamenti nel tuo corpo:

  • La mancanza di energia e la sensazione di affaticamento per tutto il tempo
  • Mal di testa, mal di stomaco e altri sintomi persistenti

Cambiamenti nella vita quotidiana:

  • Mangiare troppo o troppo poco
  • Dormire troppo o troppo poco
  • Avere difficoltà nel prendere decisioni, concentrarsi e concentrarsi e concentrarsi
  • Problemi di memoria
  • Perdere interesse per le attività che di solito ti piacciono
  • Escludersi dai familiari e amici
Queste emozioni negative possono derivare da vari motivi, sia fisici che psicologici.

Quali sono le cause della depressione durante la gravidanza?

Di solito, una combinazione di fattori, e non uno, può aumentare le possibilità di depressione.

  • Storia della depressione in famiglia: Una predisposizione genetica e la storia familiare possono aumentare le possibilità di depressione. Potreste essere inclini alla depressione clinica in qualsiasi momento della vostra vita se avete un gene ad essa associato. Quando i fattori genetici sono in gioco, è più probabile che si sviluppi in giovane età.
  • Storia personale di depressione: Se in passato siete stati clinicamente depressi per altri motivi (come un aborto spontaneo), è più probabile che subiate un altro attacco durante la gravidanza o dopo il parto. Il rischio di sviluppare una psicosi post-partum, una grave condizione di allucinazioni, è più elevato.
  • Mancanza di sostegno: Se vi sentite isolati dal vostro partner, dalla vostra famiglia o dai vostri amici, o non avete il loro sostegno durante la gravidanza, potreste deprimervi. Un partner non collaborativo o problemi relazionali possono aumentare le possibilità di depressione.
  • Eventi di vita stressanti: Anche la morte di una persona cara, una malattia che ti colpisce o una persona cara, problemi finanziari o disoccupazione possono scatenare la depressione.
  • Gravidanza non pianificata: Una gravidanza non pianificata può essere stressante e può portare alla depressione.
  • Violenza domestica: L’abuso emotivo e fisico da parte del partner, di un amico o della famiglia può scatenare la depressione. È essenziale affrontare immediatamente questo problema se vi capita.
  • Trattamenti di fertilità: I trattamenti di fertilità gettano la stessa ansia come quella di affrontare una perdita. Portano a sostanziali cambiamenti ormonali e ti fanno provare un vortice di emozioni.

Inoltre, il fumo, l’alcool e l’abuso di sostanze o droghe possono aumentare il rischio di depressione.

Se si è in queste condizioni, consultare un medico.

Che cosa fare se vi viene diagnosticata la depressione durante la gravidanza?

Parlate con il vostro operatore sanitario durante la vostra visita prenatale. Il vostro medico cercherà di valutare il vostro stato d’animo generale e le vostre sensazioni. Parlate loro del vostro stato d’animo e dei vostri pensieri. Se non vi sentite a vostro agio, provate a scriverlo.

Ricordate che c’è un aiuto per combattere la depressione. Non c’è bisogno di passare attraverso di esso da solo. Mettetevi in contatto con altre donne che hanno a che fare con la condizione o unirvi a un gruppo di sostegno. Potete anche prendere in considerazione la psicoterapia o qualsiasi altra opzione di trattamento se il vostro medico ritiene che sia utile.

Come viene trattata la depressione durante la gravidanza?

Ci sono diversi approcci per trattare la depressione. Il vostro medico può aiutarvi a scegliere quello giusto in base ai vostri sintomi.

1. Psicoterapia

Ciò comporta la condivisione dei vostri sentimenti e preoccupazioni con un terapeuta, uno psicologo o un consulente. Vi aiuta efficacemente a gestire i sintomi, a risolvere i problemi e ad affrontare le cose nella vita di tutti i giorni. La psicoterapia interpersonale (IPT) e la terapia comportamentale cognitiva (CBT) sono i due approcci efficaci nel trattamento della depressione.

2. Gruppi di sostegno e comunità online:

Ci sono comunità online e gruppi di supporto locale per le persone che soffrono di depressione; puoi interagire e condividere le tue esperienze con gli altri che hanno una condizione simile. Questi gruppi spesso ti aiutano a trovare una soluzione al tuo problema. Il vostro consulente o operatore sanitario può aiutarvi a trovare un gruppo di supporto adeguato.

3. Farmaci:

Il medico prescriverà gli antidepressivi in caso di depressione da moderata a grave. Se al momento del concepimento avevate assunto gli antidepressivi, informatene il vostro medico.

4. Terapia elettroconvulsiva (ECT):

La corrente elettrica passa attraverso il cervello per il trattamento della depressione. Di solito è raccomandata in caso di depressione grave quando la sicurezza della madre o del bambino è compromessa.

Spesso i medici consigliano di parlare di terapia piuttosto che di antidepressivi, a causa degli effetti collaterali che hanno.

Quanto sono sicuri gli antidepressivi durante la gravidanza?

Se siete su un antidepressivo e avete smesso di prenderlo durante la gravidanza, è probabile che si verifichi nuovamente una depressione. È quindi di vitale importanza che lei e il suo medico capisca se continuare a prenderle o meno.

Mentre alcuni sono sicuri da usare durante la gravidanza, altri possono causare alcune complicazioni. Le ricerche dimostrano che possono portare alla nascita nei bambini sottopesi, parto prematuro, aborto spontaneo, difetti di nascita, disturbi polmonari (come l’ipertensione polmonare persistente).

Quali sono i rimedi naturali per trattare la depressione durante la gravidanza?

Poiché gli antidepressivi possono avere effetti collaterali, si può prendere in considerazione l’uso di rimedi naturali per trattare la depressione. Ma parlate con il vostro medico prima di provare una delle seguenti opzioni.

  1. Riposarsi a sufficienza: Lavorare per stabilire buone abitudini di sonno. Un sonno sano favorisce una gravidanza sana e attenua i sintomi della depressione.
  2. Nutrizione: Alcuni alimenti sono legati ai cambiamenti d’umore, alla salute mentale e alla capacità di gestire lo stress. Una dieta ricca di zuccheri, caffeina, carboidrati lavorati, basse proteine e additivi artificiali potrebbe portare a problemi mentali e fisici. Fate uno sforzo per alimentare il vostro corpo con gli alimenti giusti.
  3. Esercizio fisico: L’esercizio fisico può aumentare i livelli di serotonina e diminuire i livelli di cortisolo, migliorando così l’umore. Una camminata veloce può fare molta differenza quando ci si sente bassi.
  4. Acidi grassi Omega-3: La ricerca dice che l’inclusione di integratori omega-3 nella vostra dieta ogni giorno può abbassare i sintomi della depressione.
  5. Agopuntura: Questa è anche una valida opzione per il trattamento della depressione e dei suoi sintomi. La ricerca dice che coloro che hanno provato l’agopuntura per la depressione hanno notato una significativa riduzione dei sintomi rispetto alle donne che non l’hanno ricevuta.

Si può prendere rimedi a base di erbe per la depressione?

Al momento ci sono varie ricerche che spiegano come le erbe medicinali possano aiutare a combattere la depressione ma non ancora abbastanza studi sul effetto nelle donne incinte. Consigliamo vivamente in gravi situazioni di rivolgersi al proprio medico curante.

Quali sono le complicazioni della depressione se non trattata adeguatamente durante la gravidanza?

La depressione materna non trattata è associata ad alcune complicazioni sia per la madre che per il bambino.

Le donne in gravidanza depresse sono a rischio di sviluppare preeclampsia, depressione post-partum e tendenze suicide. Sono anche suscettibili di indulgere nel fumo, cattive abitudini alimentari, alcool e abuso di droghe.
I bambini sono a più alto rischio di nascita pretermine, limitazione della crescita intrauterina e basso peso alla nascita.
I bambini, quando invecchiano, possono sperimentare interazioni sociali disadattabili, difficoltà emotive, comportamentali e cognitive e impulsività.

Ricordate sempre che la depressione non è colpa vostra e c’è sempre aiuto per chi ne ha bisogno.

Domande Frequenti​

Sì, il rischio di depressione esiste dopo il trauma della gravidanza ectopica. Si tratta di una sensazione di infelicità che persisterà per settimane o mesi.

Baby blues e depressione post-partum si differenziano per la durata. Mentre il baby blues dura da dieci giorni a qualche settimana, la depressione post-partum dura più a lungo ed è dannosa per la salute. Il baby blues inizia da uno a tre giorni dopo il parto e la depressione post-partum inizia alcuni mesi dopo la nascita.Le donne con il baby blues sperimentano sbalzi d’umore, si sentono confuse, ansiose e hanno problemi a dormire o a mangiare. I sintomi della depressione post-partum includono il panico estremo, difficoltà nel prendere decisioni, disperazione e sentimenti di inadeguatezza, tristezza e mancanza di controllo.La gravidanza è una fase di cambiamenti ormonali trasformati in un’incursione di emozioni. Quando sei incinta, il tuo corpo porta e nutre una nuova vita. Siate consapevoli della felicità in arrivo ogni volta che vi sentite bassi, ma a volte vi sentite sopraffatti. E questo va bene. Se trovate che non siete in grado di controllare le vostre emozioni e che sta disturbando il vostro funzionamento quotidiano, andate immediatamente da un medico.
Scroll to Top