Come sviluppare la propria autostima

Tempo Di Lettura: 6 minuti

ci sono momenti in cui mi sembra di non fare un buon lavoro, o penso che avrei dovuto fare di più, o quando gli incidenti accadono e non sento di poterli gestire.

Questi momenti non accadono sempre – fortunatamente – ma accadono di tanto in tanto, e in quei momenti ci sembra di non valere niente, ci sembra di fare un pessimo lavoro e finiamo per odiare se stessi.

Naturalmente tutti noi viviamo alti e bassi. E’ abbastanza normale. Tuttavia, questi momenti negativi non dovrebbero influenzare la nostra autostima ed è per questo che condividerò con voi alcuni consigli per sentirvi meglio con voi stessi.

Che cos'è l'autostima?

L’autostima è uno stato interno che affonda le sue radici nell’auto-comprensione, nell’amor proprio e nell’auto-accettazione.

L’autostima non cambia nel tempo, perché si misura solo da noi stessi, indipendentemente da ciò che gli altri possono dire o fare. Di conseguenza, non cambia facilmente o rapidamente, indipendentemente dagli eventi esterni. Tuttavia, se diamo troppa importanza ai nostri errori o difficoltà, questa autostima può logorare e deteriorarsi.

Avere un’alta autostima significa accettare ciò che è bene per te. Che ti senti profondamente dentro di te stesso, che ti meriti felicità, salute, ricchezza, successo e amore, non importa quali difficoltà stai attraversando in questo momento, non importa quali delusioni hai sperimentato o cosa pensano gli altri.

Accettate chi siete, con i vostri difetti, le vostre debolezze e i vostri limiti. Riconosci il tuo vero valore: il tuo come individuo qui ed ora in questo momento.

Costruire l’autostima è come costruire una casa, senza solide fondamenta tutto quello che si costruisce sarà instabile e rischierà di crollare al minimo colpo di vento.
Ecco perché questi pochi passi vi aiuteranno a costruire la vostra autostima e riguadagnare il vostro potere personale.

Passo 1: Capire se stessi

Il primo passo è quello di conoscere te stesso ad un livello più profondo.

Se si dispone di alta autostima, allora non importa ciò che è sottratto da voi, non cambierà la vostra percezione di voi stessi. Inoltre, non danneggerà la vostra fiducia in voi stessi perché non misurate il vostro valore in base a circostanze esterne. Al contrario, il tuo valore viene dall’interno.

Ecco perché è molto importante prendersi il tempo di riflettere per un momento su quest’ultima domanda e rispondere onestamente:

Cosa mi sarei lasciato di valore se tutto quello che ho mi fosse stato portato via da me?
E più si scava nella questione, più si scopre in se stessi ciò che ha veramente valore. E tutte queste cose che avrete scoperto saranno essenziali per costruire la vostra autostima.

Ora continuiamo a scavare e a farvi altre domande in modo da potervi vedere come siete veramente, senza le maschere che avete costruito per voi stessi. Chiediti:

Ciò che mi affascina di più, mi soddisfa e mi riempie di gioia in questo mondo?
Quali sono i momenti più importanti della mia vita che hanno definito chi sono oggi?
Come fanno gli altri a parlare di me?
Come mi vedono gli altri?
Che posto occupo nel mondo?
Chi sono io?Chi non sono io?
Chi sei e come ti vedi sono essenziali per comprendere il tuo valore. Come gli altri percepiscono e parlano di te è importante, naturalmente, ma ciò che è importante in queste domande è soprattutto come ti senti di te stesso, in risposta a ciò che gli altri possono vedere o dire di te. E’ anche un modo per misurare la tua autostima.

Con questo, prendiamoci il tempo di valutare le vostre debolezze e difficoltà. E’ necessario tracciare un quadro più oggettivo di se stessi. Chiediti:

In quale area ho più difficoltà?
In quali aree devo migliorare di più?
Quali paure mi impediscono di andare avanti nella mia vita?
Quali emozioni ho difficoltà a gestire?
Quali errori faccio di solito?
In quale area tendo a rinunciare facilmente?
Abbiamo tutti punti deboli e settori in cui non eccelliamo. E’ normale, non siamo esseri perfetti. Tuttavia, se date un’occhiata più da vicino, potete già vedere come potreste migliorare. L’autostima è costruita con il tempo e lo sforzo, capire come si lavora è il primo passo di questo processo.

Ora siamo onesti e diamo un’occhiata ai tuoi punti di forza, alle tue capacità. Chiediti:

Quali talenti/abilità ho oggi?
In quale campo sono davvero bravo?
I tuoi punti di forza ti aiutano a costruire la fiducia in te stesso, ti aiutano a continuare ad andare avanti con fiducia in te stesso. Tuttavia, non dimenticate che i vostri punti di forza e le vostre capacità devono essere valutate solo in relazione a voi stessi. Se ti aspetti che gli altri ti dicano che sei bravo o no in qualcosa, non è un vero punto di forza. E lasciare che gli altri decidano per te non ti porterà mai dove vuoi andare.

In futuro, è possibile che queste persone che ti hanno lusingato possono cambiare idea, così all’improvviso le tue capacità scompaiono all’improvviso se ti sei affidato a loro per valutare i tuoi talenti. La vera forza viene da te stesso, dal tuo potere personale, da ciò che credi veramente di te stesso.

Passo 2: Accettare se stessi

Ora hai un quadro abbastanza accurato del tuo livello di autostima. Capisci anche come ti percepisci nel mondo che ti circonda.

Se si risale alla propria storia personale, probabilmente si hanno dei bei ricordi, neutri e cose di cui non si è orgogliosi. Tuttavia, per rafforzare la vostra autostima, deve essere reale e autentica. La tua immagine di te stesso non dovrebbe essere una fantasia o idealizzazione di te stesso. Dovete accettare la vostra natura profonda, e questo include tutte le vostre sfaccettature, buone e non così buone.

Sì, hai dei difetti, hai commesso degli errori e di tanto in tanto fallisci miseramente. Ma avete fatto tutto il possibile in questa situazione e in questo contesto, e tutte queste esperienze vi hanno reso quello che siete oggi. Il tuo essere piu’ profondo. Tutto questo e’ cio’ che sei.

Prendetevi il tempo di porvi questa domanda e scrivete tutto ciò che vi viene in mente:

Di cosa mi sto incolpando per oggi?
Ora perdona te stesso per tutto quello che hai fatto in passato e accetta te stesso incondizionatamente senza giudizio o scuse. Leggete questa frase qui sotto ad alta voce e prendetevi il tempo per capirla, per integrarla in voi.

“Accetto i miei lati buoni e cattivi. Accetto completamente ogni parte del mio essere, che si tratti di colpe, paure, cattivi comportamenti e tutto ciò di cui non vado fiero. “Questo e’ cio’ che sono, e sono in pace con questo.”

Avete sollevato il velo tra ciò che credevate di essere e ciò che siete: avete punti di forza e di debolezza. Accetta te stesso come sei e non lasciare più che gli altri o la società definiscano chi sei. Solo in questo modo potrete finalmente liberarvi di tutte le tante bugie che vi hanno trattenuto e rallentato per tutti questi anni.

Cosa ricordare

Per concludere, quando gli eventi e le persone non hanno più alcun controllo su di te, alla fine riprendi le redini della tua vita. Diventi responsabile di tutto ciò che accade in te e delle azioni che vengono da te. I vostri successi e fallimenti sono vostri, così come i vostri successi e problemi.

Prendete le vostre decisioni, non ci sono più scuse, giudizi o colpe da dare. Sei l’unico responsabile dei cambiamenti nella tua vita, e questo è ciò che ti permette di realizzare i tuoi sogni nella realtà.

Scroll to Top