Cadere durante la gravidanza, di cosa bisogna avere paura?

Cadere durante la gravidanza, di cosa bisogna avere paura? 2
Tempo Di Lettura: 6 minuti

Ci avvertono sempre di camminare con cautela quando siamo incinte. Non correre lungo una strada accidentata o calpestare le pietre per evitare di cadere e ferire se stessi e il bambino. La caduta durante la gravidanza può essere preoccupante. Ma sapete che il vostro corpo è progettato per proteggere il vostro feto da eventuali lesioni? Il sacco amniotico racchiude il tuo bambino per proteggerlo da un certo numero di urti. Pertanto, le cadute minori avranno poche ripercussioni. Qualsiasi lesione dovrebbe essere abbastanza grave da ferire la madre prima che danneggi direttamente il bambino.

Vi spieggiamo i possibili motivi di cadere in questo momento delicato e quando la situazione potrebbe essere pericolosa per il tuo bambino.

Quali possono essere i motivi di una caduta durante la gravidanza?

Secondo uno studio di ricerca, circa il 27% delle donne incinte cade almeno una volta quando sono incinte e il 10% cade più di una volta. Uno dei fatti fastidiosi è che il 29% delle donne soffre di traumi da caduta. Non è che le cadute sono inevitabili durante la gravidanza. Tuttavia, ci sono molte ragioni per cui la gravidanza può farti perdere l’equilibrio:

1. Alterazione del baricentro:

La crescita della pancia rende difficile bilanciare il corpo perchè il centro di gravità si sposta con il tempo. Pertanto, ci possono essere possibilità di caduta, specialmente su superfici irregolari.

2. L'ormone della gravidanza relaxina:

L’ ormone relaxina, che aiutano a rilassare le articolazioni e i legamenti, influenzano anche il movimento e la deambulazione. Questo ormone permette infine ai tessuti del bacino e del collo dell’utero di allungarsi durante il travaglio, rendendo così più facile per voi di spingere il bambino. Queste articolazioni allentate possono causare instabilità nei piedi, rendendoti vulnerabile alla caduta.

3. Bassa glicemia e pressione sanguigna:

Queste condizioni, che sono comuni durante la gravidanza, possono anche far sentire le donne vertigini e perdere l’equilibrio mentre camminano.

4. Gonfiore dei piedi

Il gonfiore dei piedi rende i tuoi passi goffi e i tuoi piedi poco sensibili. Non sentireste i passi in modo così chiaro come lo stavate facendo prima.

5. Stress e stanchezza

La gravidanza vi farà sentire a disagio, esausti e sopraffatti, il che può mettervi a rischio di caduta.

Può la caduta durante la gravidanza far male al vostro bambino?

Fino a quando non sei gravemente ferito durante una caduta, è improbabile che il tuo bambino subisca una lesione. È perché il vostro feto è ben protetto da:

  • Il sacco amniotico e il suo liquido, che conferisce un effetto ammortizzante
  • utero spesso e muscoloso
  • Muscoli e grassi addominali
  • Osso pelvico

La combinazione di tutte le strutture di cui sopra riduce al minimo i movimenti del bambino all’interno dell’utero e riduce i rischi dovuti a piccoli incidenti. Se la caduta è maggiore e ti causa una grave lesione, è probabile che anche il tuo bambino ne sia colpito.

Quando una caduta può essere pericolosa?

1. Età della madre:

Le possibilità di complicazioni della caduta aumentano con l’età. Per le donne con più di 35 anni, le difficoltà sarebbero elevate. In questo caso, è necessario consultare immediatamente il medico anche se non ci sono sintomi gravi.

2. Posizione:

Finché non cadete a terra sul viso o non vi fate male allo stomaco, dovreste essere a posto. Molte donne cadono sulla schiena o di lato e non hanno problemi, a parte il dolore in quella zona. Cercate sempre di sorreggervi con entrambe le mani quando si cade.

3. Superficie:

L’impatto della caduta dipende anche dalla superficie – dura o morbida. Tuttavia, molte donne sono cadute su superfici di cemento o sono scivolate dalle scale, ma hanno partorito bambini perfettamente sani.

4. Mese di gravidanza:

L’effetto dell’incidente dipende anche dal mese di gravidanza durante la quale sei caduta. Che cosa potrebbe essere sicuro nel primo trimestre potrebbe non essere così nel terzo trimestre. Il fattore di rischio aumenta nei trimestri successivi. Il motivo è che il bambino è più vicino alla superficie, cresciuto ad una dimensione decente ed è in posizione invertita, con la testa bassa.

Caduta durante il primo trimestre di gravidanza

All’inizio della gravidanza, l’utero rimane all’interno del bacino ed è protetto in modo sicuro dal pavimento pelvico. Pertanto, una caduta avrà un impatto minore sul bambino o sulla placenta durante il primo trimestre. Se siete caduti, basta sdraiarsi per un po’ di tempo e rilassarsi. Ma se si è preoccupati o si verificano dolori alla schiena o addominali, consultare un medico.

Caduta durante il secondo trimestre

Nel secondo trimestre, l’utero non sarà nascosto nel pavimento pelvico. Tuttavia, ci sono tutte le altre coperture di protezione che proteggono il bambino. Nel secondo trimestre si possono incontrare alcune complicazioni, soprattutto se si cade sulla pancia. Si dovrebbe cercare cure mediche se:

  • Si avverte un forte dolore per la caduta.
  • Il movimento fetale sembra essere ridotto
  • C’e’ una macchia o un’emorragia vaginale.
  • Si sviluppano contrazioni uterine
  • Ti senti senza fiato o con le vertigini
  • Si sente tenerezza nell’addome

Caduta durante il terzo trimestre

Quando si entra nel terzo trimestre, le possibilità di danni aumentano sia per voi che per il bambino. Inoltre, siete più vulnerabili alle cadute durante questo periodo di tempo a causa della stanchezza e della goffaggine. Se si ha una caduta grave, il danno sarà più alla placenta che a qualsiasi altra parte. È perché il trauma addominale aumenterà la possibilità di estrarre la placenta dalla parete uterina. I segnali di avvertimento che ti avvertono di cercare cure mediche includono:

  • Macchie o emorragie vaginali
  • Perdita del liquido amniotico
  • Diminuzione dei movimenti fetali
  • Sensazione di vertigini e svenimenti
  • Contrazioni nella parete uterina
  • Breve respiro
  • Dolore addominale

Le cadute nel terzo trimestre potrebbero portare a doglie premature. Pertanto, anche se non si dispone di uno qualsiasi dei sintomi di cui sopra citati, si dovrebbe ancora consultare un medico. Il medico farà un’ecografia per controllare la vostra condizione.

Test per gli infortuni dovuti alla caduta

  • Il vostro medico può inizialmente verificare l’eventuale presenza di lesioni e fornire un trattamento adeguato. La lesione può essere una distorsione o una frattura ossea, o una lesione toracica che influisce sulla respirazione.
  • Poi, il medico monitora il bambino; può misurare i toni cardiaci fetali con l’aiuto di un’ecografia o di un Doppler. Lei può chiederle alcuni segni come emorragie uterine, tenerezza e contrazioni.
  • Il monitoraggio elettronico continuo del feto può aiutare il medico a determinare se si possono avere complicazioni come l’eruzione placentare o la frequenza cardiaca anormale.
  • L’analisi del sangue è anche raccomandato per controllare il gruppo sanguigno e la conta piastrinica. E ‘perché le donne incinte che sono Rh negativo sono a più alto rischio di sviluppare sanguinamento interno che può influenzare il loro feto. I medici consigliano anche l’uso di Rho-GAM per prevenire problemi di incompatibilità del gruppo sanguigno.

Idee molto comuni sbagliate

Ci sono molte nozioni mal concepite sul fatto che le donne cadono durante la gravidanza. Qui ci sono alcune paure comuni:

  • La caduta causerà un aborto spontaneo.
  • Danneggia l’utero o le tube di Falloppio.
  • Il bambino potrebbe rompersi.
  • Il cervello del bambino può essere colpito.

La maggior parte di queste idee nascono da vecchi racconti di mogli e soap opera. Non prestate loro alcuna attenzione.

Come si può evitare di cadere e scivolare?

Non si possono evitare sempre le cadute. Tuttavia, se vengono prese le dovute precauzioni, è possibile ridurre al minimo il rischio.

  • Appoggiarsi su un supporto forte o sedersi se si hanno le vertigini.
  • Indossare calzature con suole antiscivolo e una presa corretta. È possibile utilizzare scarpe con tacco a cuneo o a tacco basso in modo che il corpo non possa inclinarsi in avanti. Evita i tacchi alti e le scarpe piatte complete, in quanto causano uno sforzo supplementare ai muscoli della parte bassa della schiena e dei polpacci.
  • Guardate avanti mentre state camminando. Prestare attenzione durante i passi su superfici irregolari o bagnate. Camminare su superfici livellate ed evitare anche le aree erbose.
  • Durante l’uso di una scala, tenere i corrimano. Se non si riesce a tenere qualcosa, chiedere a qualcuno di dare la mano per il sostegno.
  • Non portate carichi pesanti, perché tengono l’attenzione lontana dai piedi mentre camminate.
  • Le aree umide come il bagno e la cucina sono soggette a causare incidenti. L’acqua e il sapone possono rendere la superficie scivolosa. È possibile utilizzare nastro antiscivolo o tappetini antiscivolo in bagno per evitare il rischio di cadute.

Le cadute non sempre possono essere pericolose durante la gravidanza, ma fate sempre attenzione ai vostri passi e non camminate in fretta.

Scroll to Top