Quanto è sicuro prendere gli antiacidi durante la gravidanza?

Quanto è sicuro prendere gli antiacidi durante la gravidanza? 2
Tempo Di Lettura: 5 minuti

Il bruciore di stomaco e l’acidità sono preoccupazioni comuni durante la gravidanza. Il sistema digestivo è influenzato dai cambiamenti negli ormoni, dall’aumento del flusso sanguigno e dalla pressione del bambino in crescita. Ciò è quando desiderereste prendere un antiacido per ottenere il sollievo da questi sintomi.

Ma siete in un dilemma perché non sapete se gli antiacidi sono sicuri o meno durante la gravidanza. In questo post, vi indicheremo se è sicuro assumere antiacidi durante la gravidanza, quelli che dovresti evitare, e alternative naturali agli antiacidi.

Come funzionano gli antiacidi?

Lo stomaco genera acidi per scomporre il cibo in sostanze digeribili che vengono assorbite dall’intestino. Ma uno squilibrio nella produzione di acidi dello stomaco potrebbe causare bruciore di stomaco e acidità. Gli antiacidi aiutano a controllare la produzione di acidi dello stomaco in eccesso e a ripristinare l’equilibrio, dando così sollievo da stomaco acido, indigestionebruciore di stomaco e disturbi alla pancia.

Aiutano anche a curare i dolori di stomaco, le ulcere duodenali e a ridurre i gas.

È sicuro prendere antiacidi durante la gravidanza?

Dipende dal tipo di antiacido che prendi. Mentre alcuni sono considerati sicuri, altri non sono raccomandati. Gli antiacidi sicuri durante la gravidanza sono:
– Quelli che contengono sali di alluminio.
– Gli antiacidi con carbonato di calcio e quelli con ossido di magnesio o idrossido di magnesio. Neutralizzano gli acidi dello stomaco e aiutano ad alleviare il dolore e il disagio.
– Gli sciroppi sono preferiti alle compresse in quanto si dissolvono rapidamente e danno un sollievo immediato.
In casi gravi, il medico può inoltre prescrivere bloccanti acidi o bloccanti H2 che riducono la produzione di acido nello stomaco.

Controllare con il proprio medico di famiglia prima di prendere il farmaco in quanto alcuni potrebbero interferire con altri farmaci. Inoltre, si dovrebberò prendere solo occasionalmente.

Che cosa succede se si prendono troppi antiacidi durante la gravidanza?

Tutto ciò che prendi in eccesso è dannoso, così come lo è anche il caso degli antiacidi. Il consumo eccessivo o l’uso eccessivo di antiacidi può avere vari effetti come crampi allo stomaco, diarrea, costipazione, modifica dei movimenti intestinali, vomito e anemia. Gli antiacidi non sicuri durante la gravidanza includono: -Gli antiacidi contenenti calcio; possono causare stipsi e calcoli renali. – Aspirina, che è associata a complicazioni della gravidanza come l’aborto spontaneo. – Bicarbonato di sodio e citrato di sodio; contengono livelli più elevati di sodio, con conseguente ritenzione idrica. – Quelli che hanno trisilicato di magnesio in quanto potrebbe portare a diarrea e contrazioni muscolari. Come tutti gli altri farmaci, anche gli antiacidi dovrebbero essere usati solo se sono realmente necessari perché potrebbero avere effetti collaterali.

Motivi per evitare gli antiacidi durante la gravidanza

Anche se non gravi o dilagante, gli antiacidi potrebbero portare ai problemi sotto indicati durante la gravidanza.
– Ritenzione idrica: Come accennato in precedenza, gli antiacidi contengono bicarbonato di sodio o citrato di sodio che trattiene l’acqua nel corpo. Potrebbe portare al gonfiore dei piedi, delle mani e delle caviglie. Se avete già gonfiore nella parte finale della gravidanza, allora questo rende il problema peggiore.
Calcoli renali: Se si assumono regolarmente antiacidi del calcio, il calcio in eccesso non può essere assorbito dall’organismo e quindi passa nella vescica, causando calcoli renali.
Sensibilità o intolleranza alimentare: Quando si assumono antiacidi, il cibo potrebbe non essere completamente rotto e potrebbe lasciare le proteine non digerite. Questo potrebbe innescare il sistema immunitario e trasformare le proteine in allergeni, provocando intolleranze alimentari.
Altera l’assorbimento del ferro: Il calcio negli antiacidi può interferire con l’assorbimento del ferro. Pertanto, se si assumono regolarmente antiacidi, è necessario assumere gli integratori di ferro dopo una lacuna. Se si prendono entrambi insieme, potrebbe ostacolare l’assorbimento del ferro e portare a una carenza di ferro.
Troppo alcalino: L’assunzione costante di antiacidi potrebbe rendere alcalini i tessuti del corpo. Fornisce l’ambiente ideale per la formazione di calcoli renali.

L’antiacido non è l’unico rimedio alla pirosi e all’acidità. Potete provare anche alcuni rimedi naturali sicuri.

Alternative naturali agli antiacidi

Le misure naturali potrebbero aiutare a trattare e prevenire l’indigestione e la pirosi in modo efficace. Qui ci sono alcune alternative che potete provare:
1-Prendere probiotici nella vostra dieta. I batteri buoni superano i batteri nocivi presenti nell’intestino e aiutano la digestione. Alcuni dei probiotici sono:
Latte scremato, yogurt e formaggi a pasta molle
Verdure fermentate, compresi crauti, kimchi, sottaceti e miso (prodotto da soia fermentata).
Aceto di sidro di mele. Versare qualche goccia su un’insalata o mescolare un paio di gocce in un bicchiere d’acqua.
2- La camomilla è nota per avere un effetto antinfiammatorio sullo stomaco e ridurre l’indigestione e la pirosi.
3 – Si può mangiare zenzero crudo o preparare un tè o aggiungere alle fritture. Le sue proprietà antiemetiche prevengono nausea e vomito e impediscono inoltre che gli acidi tornino nell’esofago.
4 – L’olmo scivoloso è noto anche per il trattamento della pirosi.
5 – Altri alimenti che offrono sollievo includono tisane e mandorle.
Oltre all’uso di rimedi naturali, si può fare attenzione durante il consumo di cibo:
6 – Mangiare piccole porzioni a brevi intervalli piuttosto che grandi pasti e mangiare lentamente.
7 – Evitare cibi come tè, caffè, caffè, agrumi, cioccolato, cibi piccanti e grassi, che potrebbero causare indigestione.
8 – Non mangiare appena prima di coricarsi. Mangiare almeno due ore prima di dormire per far sì che il cibo sia digeribile.
9 – Appoggiare la testa con cuscini extra mentre si è sdraiati. Mantenere la testa e le spalle più in alto della pancia allevierà la pirosi.
Il bruciore di stomaco e l’acidità non sono dannosi ma sicuramente disturbano la routine. Prendere un antiacido occasionalmente è sicuro, ma non farne un’abitudine. Provate anche i rimedi naturali. Se uno di essi non funziona e il bruciore di stomaco è cronico, consultare un medico.

Scroll to Top